CASTELLO DELLA LEONESSA DI MONTEMILETTO

L'Intervento di Riqualificazione

Vita e Arte al Castello della Leonssa è l’occasione per visitare di persona l’antico Mastio,  bene interessato da uno splendido progetto di riqualificazione ad opera dell’Architetto Mario Pagliaro.
Scopri com’era e com’è diventato questo gioiello.

Il Metodo

Nell’obbiettivo progettuale di conferire una funzionalità turistico/espositiva agli ambienti del Mastio del Castello della Leonessa, ci si è posti come vincolo ineludibile, quello del totale rispetto delle preesistenze, quindi, della “non -invasività” delle scelte tecniche e compositive necessarie a realizzare l’obbiettivo di progetto.

La ferma volontà di rispettare tale vincolo, sarà concretizzata a livelli superiori di soddisfazione
imponendo scelte progettuali che prevedano, anche, la completa “reversibilità” delle scelte
tecnico/compositive a compiersi.

Il percorso

Con l’intervento di recupero che ha interessato il Castello della Leonessa si è realizzeto un percorso espositivo multisettoriale, unendo i tre segmenti del camminamento con un sistema modulare di pedane e passerelle in legno lamellare e acciaio Cor Ten, funzionali a:
• livellare i piani di percorrenza
• raccordare le quote camminamento/cisterna
• indicare materialmente il percorso da compiere
• regolare i flussi dei visitatori
• realizzare aree espositive
• contenere gli impianti e le attrezzature per la illuminazione del percorso e delle esposizioni.

Il tutto senza alcuna invasione delle strutture originarie, anzi, come già si è detto, garantendo la completa reversibilità delle aggiunte.

L'Illuminazione

Considerando sostanzialmente nullo l’apporto di luce naturale negli ambienti coperti, l’assenza di superfici riflettenti e l’impossibilità di realizzarle, nonché la possibilità di dover difendere opere d’arte da illuminamento nocivo ma, nel contempo, di assicurare agibilità e sicurezza ai visitatori, mediando i livelli di illuminamento consigliati dalla Normativa in applicazioni non industriali, si rende necessario il seguente dimensionamento dei corpi illuminanti:

• Ingresso: nr 2 proiettori led stagni 30 W- 2800 lmn (tot. 5600 lmn)
• Camminamento int.: nr. 6 proiettori led stagni 30 W- 2800 lmn (tot. 16.800 lmn)
• Cisterna: nr. 3 proiettori led stagni 30 W- 2800 lmn (tot. 8.400 lmn)

Per l’area scoperta, invece, il fabbisogno sarà:
• Camminamento est.: 400 lmn/mq x 25 mq = 10.000 lm
Pertanto, si rende necessario il seguente dimensionamento dei corpi illuminanti

• Camminamento est.: nr. 5 proiettori led stagni 20 W – 1900 lmn (tot. 9500 lmn)

La Grafica

Sulla parete di fondo, a sinistra dell’ingresso, ia parziale copertura del muro di mattoni esistente, frutto di una scelta di un precedente restauro, sarà collocata una grafica murale, che riporti brani evocativi della storia del mastio realizzata con taglio laser su pannello metallico, rifinito tipo CorTen.

Gli interventi di Restauro

L’intervento non ha previsto interventi sulle strutture esistenti, a meno della:
• realizzazione scalini superamento dislivello vano d’ingresso
• stabilizzazione dei conci del vano d’ingresso tramite rincocciatura
• stabilizzazione dei conci vano di passaggio intermedio tramite rincocciatura
• ripresa degli appoggi delle due travi del solaio in vetro
• canalizzazione degli scarichi delle pluviali esistenti

La realizzazione di tali interventi è avvenuta:
• con masselli di Pietra di Fontanarosa e Breccia Irpina, per i gradini d’accesso
• Rincocciatura con materiale simile all’originario, allettato con malta di calce e pozzolana, per la stabilizzazione dei vani
• Per gli alloggi delle travi in CorTen, la ripresa degli alloggi originari avverrà tramite rincocciatura con materiale simile all’originario, allettato con malta di calce e pozzolana, l’aggiunta di un ripartitore metallico del carico e l’interposizione tra questo e la trave di un cuscinetto di neoprene.

Inoltre, sarà realizzata una messa in sicurezza del vano d’accesso principale al camminamento, dove si rileva un assestamento delle originarie piattabande, attraverso la collocazione di un telaio in profilati HE CorTen, che oltre al sostegno dei carichi dati dalla porzione muraria superiore, assolverà anche alla funzione di telaio fisso per il nuovo serramento in CorTen e vetro, posto a chiusura dell’accesso.

Per il vano intermedio, tra la porzione coperta e quella scoperta del camminamento, oltre a provvedere alla stabilizzazione delle strutture attraverso rincoccio con materiale “a copiare” e malta pozzolanica, sarà apposta una lamiera, sempre in CorTen, che seguendo, a distanza di circa 10 cm, il perimetro del vano, assicurerà ulteriore sicurezza rispetto ad eventuali distacchi di materiale dall’alto e ancora la totale reversibilità dell’intervento.

Le due pluviali che attualmente scaricano liberamente all’interno del camminamento scoperto, saranno canalizzate verso il pozzetto di scarico esistente.

dal 10 al 14 dicembre

Scopri tutti
gli eventi
in programma

Da lunedì 10 a venerdì 14 dicembre il Castello della Leonessa di Montemilleto (AV) riapre le porte ai visitatori dopo un magnifico intervento di riqualificazione del Mastio. In occasione dell’inaugurazione, all’interno del Castello della Leonessa si svolgeranno diversi eventi culturali.

Seguici sui Social
#eventialcastello

Partner

 

Vita e Arte al Castello della Leonessa è un evento reso possibile dai finanziamenti e dalla collaborazione con diverse realtà istituzionali.